Eventi

Comunicati

- Categorie: Comunicati

Il primo Pronto Soccorso per le famiglie in crisi

Attraverso servizi legali, sostegno psicologico, mediazione familiare e supporto linguistico e culturale, Difesa in Famiglia è la prima associazione in grado di aiutare a 360 gradi i nuclei in crisi.

Sempre più spesso quando sorgono delle crisi all’interno della famiglia ci si trova disorientati. Come risolvere il problema? C’è bisogno di un’assistenza legale? Sociale? Psicologica? Di fronte a queste domande spesso le persone si trovano disorientate. Da qui parte l’idea di un’associazione che possa aiutare a 360 gradi la famiglia proprio in questo orientamento.

L’Associazione Difesa in Famiglia, nata a Milano il 25 novembre 2014, si prende cura della famiglia, a tutto tondo, proprio come se fosse una specie di Pronto Soccorso. Come? Grazie alla multidisciplinarietà: avvocato, mediatore, psicologo, insieme lavorano, accolgono e discutono il da farsi per ottenere il miglior risultato possibile.

Separazioni, divorzi, ma non solo (… …quindi anche coppie di fatto, coppie omosessuali, stepchild adoption e maternità surrogata, testamenti, gestione dei genitori anziani, malattie improvvise, crisi economica e perdite di lavoro, figli adolescenti, bullismo, cyberbullismo, stalking, violenza familiare e femminicidio): tutto quanto può colpire e scombussolare la normale quotidianità di un nucleo familiare, non limitandosi alla crisi di coppia.

«L’idea di Difesa in Famiglia è quella di sorreggere la famiglia nel suo insieme nel momento della crisi. Affrontando contemporaneamente il problema da più punti di vista, quelli del nostro pool di specialisti, arriviamo a soluzioni efficaci in minor tempo e con risparmio di energie. ‘‘Difesa in famiglia’’ offre un spazio unico dove trovare una pluralità di figure professionali diverse tra loro, ma, che a questo scopo,lavorano in sinergia fra di loro».

Come funziona

Le persone che si rivolgono a Difesa in famiglia hanno la possibilità di fissare telefonicamente un primo colloquio orientativo, completamente gratuito, contattando il numero 02-89013215 dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 11:00 e dalle 17:00 alle 19:00.

Durante questo colloquio preliminare verranno aiutati a definire meglio il tipo di problema da risolvere e il tipo di aiuto che necessitano. DiF si riserva di fissare fino ad un massimo di tre incontri gratuiti se vede in questo arco temporale la possibilità di risolvere il caso sottoposto.

Se invece l’assistito necessita di ulteriori incontri lo stesso verrà seguito dal professionista più adeguato senza inutili sprechi di tempo e di denaro. A seconda delle condizioni economiche si ricorrerà a prezzi calmierati o, se necessario, per chi si trova in gravi difficoltà, con l’intervento del gratuito patrocinio.

DiF, oltre all’attività di sportello, svolge una funzione di prevenzione e consapevolezza tramite incontri divulgativi sul tema della famiglia e delle sue peculiarità nella vita attuale.

«Siamo convinte che spesso le persone convivano con problematiche familiari senza riuscire a risolverle non solo perché non sanno a chi chiedere aiuto o consulenza, ma anche perché non sanno identificare il problema, quando, addirittura, non si accorgono affatto di avere un problema. Da qui l’idea di affrontare insieme argomenti importanti attraverso incontri che possano servire ad orientare e a far chiarezza».

Nel corso del 2017 sono in programma i seguenti incontri, gratuiti e aperti a tutti, presso varie sedi tra cui la Casa delle Associazioni e del Volontariato del Municipio 7, secondo un calendario in via di definizione.

I temi proposti sono i seguenti:

  • Il lutto e la perdita
    Psicologicamente che cosa vuol dire
    Giuridicamente come puoi difenderti

  • Bullismo e cyberbullismo
    Fenomeni di oppressione più frequentemente posti in essere da minorenni verso altri minorenni.
    Le condotte penalmente rilevanti, differenze e consigli.
    Quando si va oltre lo scherzo l'adulto deve intervenire.

  • Maltrattamenti.
    Maltrattamenti fisici e psicologici: diverse sfumature di un'unica violenza.
    Come si configura questo reato, strumenti a tutela della vittima, come intervenire in aiuto e come denunciare i fatti.

  • La famiglia fuori e dentro la norma
    I legami familiari dal punto di vista giuridico: diritti, doveri e opportunità dei membri
    I legami familiari dal punto di vista psicologico: il difficile equilibrio tra presenza e invischia mento

  • La dipendenza da gioco d’azzardo
    La normativa nazionale e regionale sull’azzardo.
    Definizione, diagnosi e aspetti epidemiologici del fenomeno.
    Implicazioni psicologiche e sociali del GAP sull’individuo, la famiglia e la società.
    Misure di intervento sanitarie e giuridiche.

  • La discriminazione
    La discriminazione ha molte facce: di provenienza, di capacità (cognitive, intellettuali, di movimento),di religione, sesso, età, convinzioni personali e politiche,orientamento sessuale, livello di reddito e classe sociale.
    Il rischio della rassegnazione e la volontà di superare il limite.
    Difficoltà di accesso agli strumenti per farlo.
    Riflessioni psicologiche e metagiuridiche.

Milano 6.4.2017


Prossimo Articolo IL GIOCATORE D’AZZARDO E LA FAMIGLIA. VIVERE E CONVIVERE.  A CHI CHIEDERE AIUTO?
Stampa

Documenti da scaricare

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x